domenica 21 giugno 2015

Intervista di Ashley con The Huffington Post UK

imgbox Ashley Greene pensa che la parte più surreale dell'essere famosi sia quando i fans svengono letteralmente di fronte a lei.

Ashley, che è diventata famosa grazie al ruolo della vampira Alice Cullen nella saga di Twilight, parla all'HuffPostUK della sua esperienza: "E' duro far capire alla tua testa il fatto che hai molto potere in un progetto di cui sei parte".

L'infanzia di Ashley ha fatto poco per prepararla a questi livelli di notorietà.

"Sono cresciuta su strade sterrate, potevamo guardare la televisione un'ora al giorno, quindi vedere la gente fanatica per me era qualcosa di straordinario. E' un pò spaventoso, ti preoccupi delle persone e della loro salute, se sono di passaggio. E' tutto un pò relativo".


Ora che Ashley e gli altri hanno messo l'enorme colosso di Twilight a letto, lei ammette che può essere difficile trovare il progetto giusto per andare avanti.

Non mi sento come se non stessi deliberatamente cercando essere un vampiro, ma c'è qualcosa da dire su ciò che attesta la versatilità. E' molto facile per le persone in studio inserirti senza nemmeno provare, e trovo che i film indipendenti ti diano più spazio. E i film indipendenti li fai sicuramente per amore, non per denaro. Per me, il contenuto è molto più interessante rispetto alle dimensioni del progetto".

Questa settimana, però, Ashley si trova in bilico nello stesso campo, la riproduzione di una giovane donna, lasciato dal fidanzato Max, poi traumaticamente uccisa, che ritorna come zombie a tormentare il suo ex.

"Non volevo interpretare uno zombie", ammette, "perchè sono stata una vampira per molti anni nella mia vita. Ma questo in particolare mi piaceva perchè sembrava diverso dai classici film sugli zombie. Ho riso quando ho letto la sceneggiatura, mi ha colpito, una volta accaduto ciò, ho deciso di accettare".

Ashley ride quando le viene chiesto di difendere il suo personaggio, che creava casini per il suo fidanzato, anche prima che tornasse dalla morte.

"Tutto ciò che è accaduto è il risultato della sua incapacità di affrontare i problemi tra loro", prova a spiegare. "Lei è sicuramente estrema e possessiva, ma Max non è un angelo".

Burying The Ex, dal regista Joe Dante (Gremlins, Small Soldiers, Innerspace) sarà disponibile in download e on demand nel Regno Unito e negli Stati Uniti dal 19 giugno 2015.

Fonte, Italian Translation by 100 % Pattinson & Greene

1 commento:

  1. Ho letto con piacere, ottimo articolo. Posso segnalarti questa intervista a Pietro Guerrieri, direttore generale di SES Astra Italia, sul futuro della tv italiana? https://www.youtube.com/watch?t=200&v=pxZg5u7lJiw

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...